La ricotta nel Medioevo

Tweet Facebook Whatsapp

La ricotta può vantare oltre alla sua indiscussa bontà, anche una storia molto antica, tanto da essere amata da artisti e letterati di tutti i tempi.

Secondo le storie popolari, fra gli inventori della ricotta ci fu anche San Francesco D’assisi, patrono d’Italia. La tradizione cristiana racconta che sarebbe stato proprio lui a insegnare l’arte di produrre la ricotta ai pastori della campagna romana. Infatti, anche se ogni regione possiede una sua particolare versione, è particolarmente famosa quella romana, insignita anche della denominazione DOP e prodotta con siero di latte di pecora.

Il racconto cristiano ha certamente un fondo di verità, perché nel Medioevo, ai monaci era affidato il ruolo molto importante di preservare e diffondere il sapere contadino. Molte fonti medievali attestano che la ricotta era molto utilizzata in cucina e si mescolava alle uova, alla carne, a verdure ed erbe profumate, per realizzare ogni sorta di piatti salati e dolci - forse i piatti piu? caratteristici della gastronomia medievale.

Data di pubblicazione 04/06/2021
Ultimo aggiornamento 04/06/2021

Questo sito utilizza cookies tecnici di terze parti per l'analisi aggregata del traffico allo scopo di ottimizzarne navigazione e contenuti.
Per maggiori informazioni, consultate la privacy policy del sito.

X